E' giusto dare i compiti delle vacanze?

Se ti va di discutere il sondaggio clicca sul seguente collegamento e lascia un commento: http://ilmondodellascuola.blogspot.it/2013/06/e-giusto-dare-i-compiti-delle-vacanze.html

mercoledì 6 luglio 2011

Linee guida per l'acquisto e l'installazione delle LIM

Condividi questo articolo
Visto che in questo periodo è in corso l'acquisto e l'installazione delle LIM, Lavagne Interattive Multimediali, e vista la mia completa ingnoranza dal punto di vista butocratico normativo, ho deciso di approfondire un po' l'argomento per colmare le mie lacune, per essere d'aiuto per qualcuno, per leggere suggerimenti, precisazioni e consigli di chi ne sa più di me.

Cioè avevo deciso di farlo... di approfondire, ma il documento che ho trovato è lungo ben 15 pagine. Cosa? Sono poche? Dunque, sono a Roma, è Estate, il mio già piccolo cervello batte forte in testa, quindi no, mi limito a riportarvi il link:
si tratta del documento che contiene le Linee Guida per la predisposizione del Capitolato Tecnico per la Richiesta di Offerta (R.d.O) sul MEPA in collaborazione Miur,Ansas,Consip.

Invece alla pagina
trovate le Linee guida piano acquisto Lavagne Interattive multimediali (LIM) primaria e secondaria di secondo grado" E. F.2010.

No, no... non esiste proprio 15 pagine sono troppe... sono stanco... se leggo troppo mi viene il mal di testa. E poi perché quando il ducumento del primo collegamento contiene molte, se non tutte, le specifiche tecniche che deve avere il set LIM/Proiettore/Computer? Una guida valida per chi deve predisporre un capitolato d'acquisto all'interno del piano diffusione LIM, o anche per chi, al di fuori del piano, vuole farsi un'idea delle caratteristiche tecniche che deve avere il set da acquistare

Per quanto riguarda il montaggio i consigli che posso dare sono pochi e banali:
  • Montate la LIM a fianco della cattedra (sconsiglio dietro... anche se al più potete spostare la cattedra... prima banalità)
  • Cercate di limitare gli effetti funesti del sole... in pratica cercate di fare in modo che la luce del sole non sovrasti la luminosità del proiettore, e se questo proprio non è possibile consiglio delle belle tende massicce e oscuranti (seconda banalità)
  • Assicuratevi che la LIM si veda bene da tutti i banchi (ho detto che sono consigli banali)
  • Altezza... direi una novantina di cm per le elementari, un metro per le altre scuole. Su questo punto ci sarebbe da discutere... LIM bassa = LIM raggiungibile facilemente ma poco visibile; LIM alta = LIM poco raggiungibile (ovviamente mi riferisco alla parte superiore) ma ben visibile. Non so se è possibile, per motivi legati alla sicurezza, l'uso di pedane.
Ok, con questo ho concluso, se avete dubbi, domande, rimproveri, precisazioni lasciate un commento.

Ma che davvero? Cioè io non voglio leggerlo... però scrivere un'intero articolo per dire andate a cercare le informazioni nel documento linkato... no... non ci riesco.

La verità è che il documento di cui vi ho riportato il collegamento è veramente preciso e non mi sembra il caso di fare un taglia e incolla anche se siamo nell'epoca delle notizie copiate e stracopiate da un blog all'altro.

Dopo l'introduzione vengono descritte le caratteristiche che devono avere:
  • la LIM - mi raccomando, non inferiore ai 77 pollici formato 4:3
  • le casse acustiche
  • il proiettore - i parametri più importanti mi sembrano la risoluzione nativa, la luminosità, il contrasto, la potenza della lampade e, MI RACCOMANDO, la durata della lampada, visto che nessuno vuole proiettori che si rompono dopo poco, in considerazione del fatto che la lampada è l'elemento più costoso del proiettore
  • il braccio/staffa di sostegno del proiettore
  • il portatile o il computer fisso ovemai decidiate per questa soluzione - mi raccomando, ricordatevi di specificare il sistema operativo che desiderate; mi ricordo che una volta una scuola si dimenticò di precisarlo e arrivarono tutti computer con Linux... più improbabile (diciamo impossibile) che a prezzi contenuti compriate per errore dei Mac
  • il supporto alla didattica - ebbene sì, anche questo è specificato e stavolta copio e incollo (tutto ciò che trovate in neretto corsivo è preso dal documento delle linee guida):
    L’aggiudicatario dovrà fornire, contestualmente all’installazione della dotazione tecnologica e a titolo gratuito, un software specificamente progettato per la creazione di materiali ed attività didattiche. Non solo, ma il software dovrà anche, tra le altre cose:
    • Non presentare restrizioni di installazione e di utilizzo per la classe
    • Prevedere una versione liberamente utilizzabile (online oppure offline) per consentire la fruizione dei file creati con l'applicativo a tutti gli utenti anche in contesti in cui la LIM non è presente
    • Consentire di importare/esportare in vari formati.
    • Prevedere la funzionalità di riconoscimento forme e scrittura a mano libera in lingua italiana.
    • Inoltre è necessario richiedere la compatibilità del software con il sistema operativo richiesto... on facciamo che installo Linux e poi non ci gira il software della lavagna
  • i cavidi collegamento - che devono, ovviamente, essere tutti previsti
Il documento prosegue con lo specificare gli accorgimenti per una corretta installazione del kit e le raccomandazioni per la consegna, installazione e collaudo. Per quanto riguarda quest'ultimo si dovrà procedere
  • all'avvio all’uso della soluzione, che consiste in: accensione delle apparecchiature, creazione di una nuova cartella, utilizzo del software didattico, salvataggio della “lezione” nella cartella, spegnimento delle apparecchiature
  • alla verifica del software didattico: verifica delle principali funzionalità, ad esempio: personalizzazione dell’interfaccia grafica, interoperabilità con formati informatici diversi, ecc.
Gli ultimi punti del documento riguardano il programma e le modalità di erogazione del corso di formazione di 8 ore che dove tenere il fornitore, informazioni sulla manutenzione e assistenza e, infine, le modalità di erogazione di punteggi aggiunti per alcune caratteristiche del kit ai fini della valutazione dell'offerta.

E adesso ho veramente concluso. Vi invito a correggere (anche orrori di ortografia) e a precisare, e se avete dubbi, se c'è qualche voce delle linee guida che non vi è chiara, proverò ad aiutarvi.

Bye

Nessun commento:

Posta un commento

Che ne pensi di questo articolo, ti è piaciuto? Lo trovi interessante? Oppure ti sembra completamente inutile? Hai trovato errori o imprecisioni?

La moderazione, non è attiva, mi riservo il diritto di farne uso in particolari momenti, situazioni o contesti.

Articoli corrlati